Nessuna sanzione al socio per violazioni commesse dall'amministratore della società


Cass. civ. Sez. V, Sent., 19-02-2013, n. 4074

Nessuna sanzione al socio per violazioni commesse dall'amministratore della società. Cass. civ. Sez. V, Sent., 19-02-2013, n. 4074
Secondo la Cassazione, il comportamento dell'amministratore della società, che non presenta la dichiarazione, non può comportare la sanzione anche in capo al socio per non aver presentato la propria dichiarazione. Questo perchè, la omessa presentazione della dichiarazione della società, comporta automaticamente e non per colpa del socio, l'omessa presentazione della dichiatazione dei soci. Trattandosi di sanzioni, quindi trova  applicazione il D.Lgs. 472 del 1997, art. 5, comma 1, che ha introdotto il principio di colpevolezza: "pertanto il socio  non può rispondere a titolo di sanzione amministrativa relativa ad atto sottoscritto dal detto amministratore, in quanto non vi ha partecipato nè ha concorso a parteciparvi".


STUDIOMARINOonmar 01 marzo 2016 - 22:27:31
Commenti:0