E' incostituzionale l'art.57 del Dpr 602/73 che vietava l'opposizione all'esecuzione in materia di esecuzione esattoriale ex art. 115 cpc


Corte Costituzionale sentenza n.114/2018 depositata il 31/05/2018

L'art. 57 del Dpr 602/73, T.U. della riscossione, vietava ai contribuenti di proporre opposizione ex art. 115 del cpc, era infatti solo ammessa L'opposizione ex art. 617 cpc in materia di pignorabilità dei beni. In sostanza, chi riceveva un pignoramento di equitalia, oggi Agenzia Entrate Riscossione poteva semplicemente fare opposizione soltanto per val valer la non pignorabilità del bene (es. prima casa, bene intestato ad altro soggetto etc..), ma se il contribuente non avesse  ricevuto la cartella nulla avrebbe potuto fare. Col tempo la Cassazione aveva risolto parzialmente il problema ammettenedo l'impugnazione delle cartelle in Commissione Tributaria (se di natura tributaria) oppure innanzi al Tribunale (se si trattava di contributi o multe automobilistiche) a condizione però che oggetto dell'impugnazione non fosse il pignoramento, ma l'atto presupposto ossia la cartella, tale soluzione però non bloccava il pignoramento. Orbene, finalmente la Corte Costituzionale ha ritenuto tale norma incostituzionale per violazione del diritto alla difesa. Giustizia è fatta!! Ogni tanto...
Corte Costituzionale sentenza n.114/2018 depositata il 31/05/2018

 


STUDIOMARINOonven 01 giugno 2018 - 09:54:26
Commenti:0